HeidelbergCement sviluppa il concetto dei “Piani di Gestione della Biodiversità” (BMP) sin dal 2009 per tutti i siti estrattivi in Europa che si trovano all’interno o in prossimità di aree Natura 2000. Un BMP include una mappatura del sito e la valutazione dei diversi tipi di habitat nella cava. In seguito, si sviluppano e implementano misure di gestione per la futura promozione e conservazione degli habitat specifici e delle specie viventi a essi collegate, tenendo in considerazione le esigenze per l’estrazione dei minerali e delle materie prime. Grazie ai BMP, gli effetti delle nostre attività sulle specie vegetali e animali sono diventati misurabili e prevedibili.