Santa Giustina” è una ex cava di argilla situata nella porzione più occidentale del Comune di Castenedolo (BS), coltivata a fossa e il cui materiale era destinato alla non lontana cementeria Italcementi di Rezzato - Mazzano .

Dopo la chiusura definitiva della cava avvenuta nel 2011 (l’estrazione di argilla si era conclusa alla metà degli anni 2000), Italcementi ha siglato una convenzione con il Comune di Castenedolo per un progetto di recupero ambientale mediante la creazione di un rimboschimento compensativo per un area grande circa 20 ettari. Il bosco di Castenedolo è il bosco di pianura più grande di tutta la Lombardia.

Gli interventi di piantumazione si sono conclusi nel 2015, suddivisi in 3 lotti funzionali, realizzati secondo un progetto redatto da un tecnico forestale nominato per seguire tutto il progetto. Al momento è in corso il periodo di cure colturali e manutenzione.

Gli interventi eseguiti hanno riguardato la piantumazione di oltre 30.000 piante (arboree e arbustive), di età pari a 2 anni al momento dell’impianto, su una zona prevalentemente pianeggiante o debolmente inclinata verso sud. I terreni sono esposti a sud, e contornati da fasce alberate naturali o di precedente piantumazione, a costituire un carpineto. Tra le specie piantate ci sono, ad. esempio, castagni, carpini bianchi, frassini, tigli, olmi, aceri, noccioli, prugnoli e molte altre ancora. Una grande area verde adatta a sviluppare nuovi studi e progetti a favore della biodiversità da parte sia di cittadini e studenti, che di ricercatori.